Deepland

Home / Deepland

Deepland

Deepland è un viaggio personale iniziato a maggio 2016. Ho viaggiato a dorso di mulo su antichi sentieri siciliani, partendo dai Nebrodi, passando per le Madonie, i i Peloritani e fino ai Monti Sicani. La mulattiera è una strada rurale simile a un sentiero, ma adatta anche alla circolazioni di animali da soma. Prima dello sviluppo della stessa rete stradale moderna, rappresentava il collegamento e la rotta commerciale tra le città e le terre coltivate. Fino a un cinquantina d’anni fa, i muli avevano un ruolo di primo piano per gli abitanti della campagna siciliana, fornendo lavoro e assistenza agli agricoltori locali. A causa della crisi economica, molte persone stanno tornando in campagna, soprattutto i giovani, che hanno scelto di reagire a questo difficile momento storico lavorando la terra, piantando colture locali e allevando il bestiame, creando un nuova economia rurale. Il progetto, tuttora in corso, si articola in due parti, la ricerca delle comunità locali ancora residenti in zone remote e la traccia di una nuova mappa, un documento di ciò che resta delle vecchie mulattiere, l’ultimo aggiornamento delle quali risale agli anni 50.

Roselena Ramistella

Roselena Ramistella

Roselena Ramistella è una fotografa siciliana con un background in scienze politiche.
Al centro delle sue narrazioni fotografiche troviamo problematiche sociali, ritrattistica, interazione tra uomo e mondo naturale. Esplora questi temi con sguardo personale e intimo, sempre sperimentando nuove tecniche per creare un proprio stile narrativo e artistico personale. E’ Ambassador e docente Leica. Il suo lavoro ha ricevuto riconoscimenti nazionali e internazionali nel 2018 ha vinto il Soni Awards nella categoria Natural world & wild life e il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e Europa. Ramistella collabora con magazine e e riviste come L’Uomo Vogue, Repubblica, Internazionale, Wordt Vervolgd Amnesty, Io Donna, i suoi lavori sono apparsi su The Guardian, BBC The Times e British Journal of Photography.